Seleziona una pagina

 

Andiamo a vedere chi può presentare la CILA a Roma

La CILA, comunicazione di inizio lavori asseverata, è disciplinata dall’art. 6 bis del D.P.R. 380/2001-Testo Unico Edilizia introdotto dall’art. 3 d.lgs n° 222 del 2016.

Partiamo dal definire quando cos’è e quando bisogna presentare la CILA:

La CILA è lo strumento urbanistico che deve essere usato ogni volta che realizziamo un
intervento edilizio di:

•    manutenzione straordinaria “leggera, di restauro e risanamento “leggero”, eliminazione delle barriere architettoniche che comportino la realizzazione di ascensori esterni ovvero di manufatti che alterino la sagoma dell’edificio, movimenti di terra non strettamente pertinenti all’esercizio dell’attività agricola, opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo che abbiano carattere geognostico che siano eseguite in aree interne al centro edificato esclusa la ricerca di idrocarburi, serre mobili stagionali per lo svolgimento dell’attività agricola che presentino strutture in muratura, realizzazione di pertinenze minori che le norme tecniche degli strumenti urbanistici non qualifichino come interventi di nuova costruzione; Dette opere non devono riguardare la struttura portante dell’edificio.

Chi presenta la CILA a Roma ?

La CILA può essere inviata al Municipio di competenza di Roma tramite il sito del comune attraverso il SUET- Sportello unico per l’edilizia telematico, per poter inviarla bisogna registrarsi al sito e potervi accedere tramite le proprie credenziali oppure essere in possesso dello SPID sistema pubblico di identità digitale per poter effettuare l’identificazione al SUET.

Può inviare la CILA il proprietario dell’immobile o un suo delegato, nel caso l’affittuario vuole presentare la CILA dovrà avere la delega del proprietario, se i lavori da autorizzare con la CILA riguardano parti comuni dell’edificio potrà presentarla l’amministratore di condominio o un suo delegato. La delega va allegata alla pratica.

Riassumendo può inviare la pratica al SUET chi vanta diritti reali di godimento sul bene (proprietario, comproprietario,amministratore,ecc.) o un suo delegato.

Il tecnico dovrà compilare ed allegare tutti i file di sua competenza sul portale del Comune di Roma tramite il il SUET- Sportello unico per l’edilizia telematico, a questo punto il capofila (proprietario o altri aventi diritto) riceverà dal SUET una email per notificare una pratica pronta per l’invio.

A questo punto bisognerà accedere con le proprie credenziali sul sito del Comune di Roma e procedere all’invio.
RomaCILA aiuta i propri clienti in tutto l’iter che necessario all’invio della CILA e la successiva chiusura dei lavori.